Unpli Umbria

Informa Pro Loco n.19

In questo numero:

Convocazione Assemblea Regionale Ordinaria

N. 1 : ELENCO DOCUMENTAZIONE PRESENTE NELLA SPEDIZIONE N° 19
N. 2 : ASSEMBLEA NAZIONALE PER MODIFICHE STATUTARIE
N. 3 : NOMINA RESPONSABILE STAMPA UNPLI UMBRIA
N. 4 : ELENCHI CLIENTI E FORNITORI ANNO D’IMPOSTA 2006
N. 5 : PREMIO NAZIONALE FRANCESCO DATTINI
N. 6 : Incontro di Commissione Paritetica SIAE – 1 ottobre 2007
N° 7 : INVIO BILANCI E RENDICONTI ANNUALI
N° 8 : MONTONE E L’ALTA VALLE DEL TEVERE: TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO.
N. 9 : L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE A 360 GRADI
N. 10 : IL FUTURO E’ UNPLI CARD
N. 11 : AFFILIAZIONI 2008.
N. 12 : CIRCOLI UNPLI UMBRIA
N. 13 : PROGETTO “SAGRE DELLE PRO LOCO DELL’UMBRIA”
Assemblea Regionale Ordinaria
Monte Castello di Vibio – 15 Dicembre 2007-

Prima convocazione ore 9.00
Seconda convocazione ore 11.00

Il 15/12/07 alle ore 11,00, tutte le Pro Loco sono convocate all’Assemblea Regionale Ordinaria Unpli Umbria, che si terrà presso la Sala Consiliare del Comune di Monte Castello di Vibio

O.d.G. :

1. Saluto di benvenuto da parte della Presidente della Pro Loco Monte Castello di Vibio Roberta Gregori e del Sindaco di Monte Castello di Vibio Roberto Cerquaglia;
2. Comunicazioni;
3. Adempimenti statutari;
4. Approvazione bilanci;
5. Assemblea Nazionale Straordinaria per la modifica Statuto Nazionale:
6. Varie ed eventuali.

Il Presidente
Euri Matteucci

N. 1 : ELENCO DOCUMENTAZIONE PRESENTE NELLA SPEDIZIONE N° 19

• Informa Pro Loco ;
• Fac-simile con quadro delle voci del bilancio consuntivo esercizio 2007 e del bilancio preventivo 2008;
• Questionario conoscitivo Pro Loco dell’Umbria e per Progetto Sagre;

N. 2 : ASSEMBLEA NAZIONALE PER MODIFICHE STATUTARIE

Dopo la sospensione dell’Assemblea Nazionale di Catania comunichiamo che le modifiche statutarie verranno fatte all’Assemblea Nazionale Straordinaria ad Ostia il 26/27 Gennaio 2008. Abbiamo già provveduto ad inviare, alle Pro Loco dell’Umbria, tramite posta elettronica la statuto Nazionale vigente con le relative modifiche proposte. Per ulteriori informazioni e chiarimenti in merito potete contattare la segreteria regionale o i Responsabile dei Vs. Comitati Locali.
Comunque rimaniamo in attesa di Vs. eventuali osservazioni e proposte in merito.

N. 3 : NOMINA RESPONSABILE STAMPA UNPLI UMBRIA

Comunichiamo a tutte le Pro Loco dell’Umbria, che la Responsabile Ufficio Stampa Unpli Umbria, Stefania Proietti, verrà affiancata nella sua attività da Valentina Dattini

N. 4 : ELENCHI CLIENTI E FORNITORI ANNO D’IMPOSTA 2006

Pur essendo la casistica reale di difficile applicazione nel contesto delle associazioni Pro Loco ma pur sempre possibile si invia la presente nota :
Sono obbligati all’invio degli elenchi clienti e fornitori anche gli organismi (PRO-LOCO) che hanno come oggetto principale un’attività essenzialmente senza fine di lucro, per i soli dati relativi alle attività’ commerciali poste in essere ancorchè in via residuale, che abbiano adottato il regime di contabilità ordinaria non per opzione (ossia coloro che hanno eseguito nell’anno 2005 ricavi superiori a 309874,14 euro in caso di prestazione di servizi o superiori a 516456,90 euro in caso di altre attività) e che non siano iscritte nei registri nazionali, regionali e provinciali istituiti ai sensi della L.383/200.
Rimangono pertanto esonerate da detto adempimento tutte le altre Pro Loco non comprese nella casistica sopra riportata

Riferimenti normativi:
Art. 15 comma 3 ter D.L. 02/07/2007 n. 81
Legge 3/08/2007 n. 127
C.M. 53 del 03/10/2007

N. 5 : PREMIO NAZIONALE FRANCESCO DATTINI

Le Pro Loco del Comitato Locale Assisano e l’Unpli Umbria consegnano il premio alla Pro Loco di Modugno (BA) vincitrice dell’edizione 2007

Si è tenuta il 30 settembre 2007, la prima edizione della manifestazione “Premio Nazionale Francesco Dattini”, riconoscimento che, istituito in ricordo di Francesco Dattini, cittadino di Assisi impegnatosi senza riserve nelle associazioni Pro Loco e di solidarietà, nella prima edizione del 2007, è stato rivolto alle associazioni Pro Loco iscritte all’UNPLI della regione Puglia.
La manifestazione ha avuto inizio con il saluto ufficiale da parte dell’Assessore alle Pro Loco del Comune di Assisi Daniele Martellini ai delegati della regione Puglia, accompagnati dal loro presidente regionale Prof. Angelo Lazzari, nella “Sala della Conciliazione”del Palazzo Comunale.
Nel pomeriggio, nella Chiesa di S. Apollinare a Capodacqua è stata celebrata la S. Messa in ricordo di Franceso Dattini seguita da un momento di preghiera con deposizione dei fiori alla tomba del cittadino assisano.
Notevole è stata l’affluenza dei cittadini, amici e conoscenti di Francesco, che hanno dato una grande dimostrazione di calore e affetto per l’amico prematuramente scomparso.
Anche le Pro Loco della Puglia hanno partecipato con entusiasmo, determinazione e particolare impegno.
Dopo la celebrazione, il Comitato Locale delle Pro Loco dell’ Assisano, insieme al Presidente dell’ Unpli Umbria Euri Matteucci, al Prof. Angelo Lazzari presidente dell’UNPLI Puglia, e alle autorità civili e religiose di Assisi, si sono incontrati presso la sede della pro loco di Capodacqua per la premiazione ufficiale dell’ Associazione pro loco della regione Puglia vincitrice del Premio Francesco Dattini.
La pro loco di MODUGNO (Bari), vincitrice del premio con una guida turistico-culturale della città di Modugno che ha richiesto un lavoro di oltre 3 anni, ha ritirato il primo premio, consegnato, con commozione e gioia, dalla famiglia Dattini.
Gli interventi del Sindaco del Comune di Assisi, dei presidenti regionali UNPLI dell’Umbria e della Puglia, dell’Onorevole Bocci, di Francesco Fiorelli, Responsabile del Premio Dattini per il Comitato Locale Assisano, coordinati da Andrea Jengo, Direttore della sede Rai Umbria, hanno preceduto la premiazione della Pro Loco di Modugno, per la quale hanno ritirato il premio (un prezioso quadro in punto assisi raffigurante la predica agli uccelli di San Francesco) i curatori dell’elaborato vincitore. Le celebrazioni ufficiali, alle quali hanno partecipato oltre duecento persone, si sono concluse con la cena offerta dalla Pro Loco di Capodacqua.
La manifestazione è stata organizzata dal Comitato Locale Assisano, che riunisce e coordina le Pro Loco dei Comuni di Assisi, Bastia, Bettona e Cannara e quindi dalle Pro Loco (in ordine alfabetico) di Armenzano, Assisi, Bastia Umbra, Bettona, Cannara, Capodacqua, Castelnuovo, Costa di Trex, Palazzo, Petrignano, Rivotorto, Santa Maria degli Angeli, Santa Maria di Lignano, Torchiagina, Tordandrea, Tordibetto, Viole di Assisi, con la Collaborazione dell’UNPLI Regionale Umbria e con il patrocinio del Comune di Assisi.
Hanno partecipato al premio e alle manifestazioni ufficiali le Pro Loco pugliesi di Modugno, Rutigliano, Ruvo di Puglia, Cannole-Cerceto, Francavilla Fontana, S. Arcangelo de Casulis, Castro.

Valentina Dattini
UFFICIO STAMPA UNPLI UMBRIA

N. 6 : Incontro di Commissione Paritetica SIAE – 1 ottobre 2007

Si è volutamente lasciato passare tutti questi giorni, per non distogliere la Vostra attenzione dall’Assemblea di Catania, prima di erudirVi su quanto emerso nel corso della Commissione Paritetica all’oggetto.
Giunti a questo punto, crediamo sia arrivato il momento per farlo ed eccoci qui ad informarVi su quanto relazionato in detto formale momento dal Direttore dell’Ufficio Accordi SIAE .
La Direzione Generale della SIAE ha voluto renderci edotti che l’incremento annuale medio delle nostre associate da Loro riscontrato per il periodo 2003 ÷ 2006 è di 86 Pro Loco anno, con un risultato 2006 pari a 2.712 Pro Loco associate U.N.P.L.I..
Per maggiore precisazione, desideriamo riportare alla Vostra attenzione la situazione tesseramento dal 1998 al 2006:

• 1998 n. 3.052
• 1999 n. 3.768 ( 2 giungo firma dell’accordo SIAE-UNPLI )
• 2000 n. 4.172
• 2001 n. 4.149
• 2002 n. 4.295
• 2003 n. 4.660
• 2004 n. 4.895
• 2005 n. 5.067
• 2006 n. 5.182

Come potete chiaramente constatare, la discordanza dei dati è notevole e significativa, ma spiegabile sotto tutti i punti di vista.
Spiegabile sinteticamente nel seguente modo:

• non presentazione della tessera UNPLI dell’anno in corso da parte delle nostre Pro Loco;
• da sempre abbiamo comunicato di verificare che sui documenti SIAE ( permessi, fatture, ecc. ) prodotti dai Mandatari, sia presente la dicitura “ accordo UNPLI – Cod. 59 ed il codice 3891 corrispondente alla Quota UNPLI “;
• più volte, visto l’elevato tournover dei Dirigenti, abbiamo detto di informare nei momenti istituzionali le Pro Loco sulle problematiche SIAE e quant’altro;
• il significato del dato 2006 rilevato dalla SIAE ( 2.712 Pro Loco associate UNPLI ) è semplicemente derivante dall’anagrafica “ Pro Loco UNPLI “ da Loro istituita, attingendo dalla compilazione dei permessi e delle fatture stilate dai vari Mandatari SIAE presenti su tutto il territorio nazionale. Detta penalizzante analisi è frutto della numerosa presenza sui permessi e sulle fatture SIAE della dicitura “ NON ASSOCIATO – Cod. 99 “, che naturalmente non identifica le nostre numerose Pro Loco associate.

Concludendo, stiamo rischiando di perdere per nostra incapacità informativa/formativa questo importante accordo SIAE – UNPLI, che sino ad oggi ha portato dei rilevanti risparmi alle nostre Pro Loco ed un ottimo introito di Lire ed Euro nelle casse dell’U.N.P.L.I..

Quindi, ci permettiamo di chiederVi di voler correttamente informare/formare tutte le Vostre Pro Loco associate sulle verifiche da fare, inoltre ci permettiamo di ribadirVi che siamo disponibili ad intervenire per informare correttamente tutti i Vostri Dirigenti.

A disposizione, inviamo cordiali saluti.

Commissione Paritetica SIAE – U.N.P.L.I.
Mario Barone

N° 7 : INVIO BILANCI E RENDICONTI ANNUALI

In seguito alla richiesta della Regione Umbria per richiedere i contributi, tutte le Pro Loco iscritte all’albo Regionale dovranno compilare e inviare i modelli dei bilanci consuntivi 2007 e i modelli preventivi 2008 entro e non oltre il 31 gennaio 2008 .
Questi dovranno essere spediti con raccomandata, in modo da certificare la data, alla Regione Umbria – Centro Direzionale Fontivegge – Via Mario Angeloni 61 – 06128 Perugia, e per conoscenza all’Unpli Umbria – casella Postale 180 – 05100 Terni.

N° 8 : MONTONE E L’ALTA VALLE DEL TEVERE: TUTELA E VALORIZZAZIONE DEL PATRIMONIO.

“Aperto per ferie”. Sbarca in Altotevere.
Dopo aver attraversato in lungo e largo l’Italia, il 22 settembre 2007 il camper di «Aperto per ferie» a concluso la seconda edizione alla scoperta di Montone e dell’ Alto Tevere. All’incontro di presentazione ufficiale del progetto, che si è tenuto presso la sala del teatro di Montone hanno partecipato numerosi dirigenti Pro Loco, cittadini ed operatori, che hanno potuto così conoscere a fondo questo importante progetto promosso dall’U.N.P.L.I.. Presenti oltre al Presidente della Pro Loco di Montone, Lisa Bei, il Presidente Regionale Unpli Umbria, Euri Matteucci, vari esponenti della Pubblica Amministrazione, e per Aperto per Ferie, Valevo Bruni, responsabile dei sopralluoghi. Quest’ultimo ha soggiornato nella località e ha potuto visitare le bellezze di Montone e dell’Alta Valle del Tevere, nonché assaporare i prodotti tipici locali. Montone è stato inserito nel progetto «Aperto per ferie», che ha come obiettivo la salvaguardia del meraviglioso patrimonio storico, culturale e ambientale della nostra bella Italia. Montone unico borgo inserito in questa edizione fa parte delle quasi 3.000 località della nostra penisola che rischiano lo spopolamento. Negli ultimi due anni il progetto Aperto per Ferie che si avvale anche del finanziamento del Ministero della Solidarietà Sociale, ha coinvolto molti di questi borghi sparsi in tutta Itali per cercare di salvarli dal crescente esodo attraverso la promozione delle risorse locali che ne possono incrementare l’attività turistica. L’iniziativa è stata attivata per la prima volta nel novembre 2004 con l’obiettivo di porre rimedio a un fenomeno demografico negativo di larga portata che coinvolge quasi 5000 comuni italiani, mettendo a disposizione le competenze e la professionalità delle oltre 5200 Pro Loco italiane riunite nell’Unpli. Il lavoro realizza in oltre tre anni di attività e incontri con Sindaci e Amministratori italiani, è stato raccolto nelle pagine della prima edizione della guida “Turismo dei sogni”, pubblicata nella primavera del 2006. Montone sarà inserito nella seconda edizione della guida turistica che uscirà alla fine del 2007.

N. 9 : L’IMPORTANZA DELLA FORMAZIONE A 360 GRADI

La Pro Loco, oggi non è un ente che fa riferimento solamente al proprio paese, ma è una realtà dall’orizzonte molto più ampio, che deve interagire con un territorio vasto per creare sinergie negli ambiti in cui opera. E’ riduttivo limitare la propria azione all’ambito del singolo paese. Ci vuole anche la capacità di soddisfare le richieste dei visitatori che provengono da latri territori. La qualità delle offerte, delle proposte e dei programmi di ogni singola Pro Loco si poggia sulla professionalità dei responsabili, sull’elaborazione dei progetti, sulla capacità di saper ascoltare, di organizzare, di confrontarsi con i soggetti presenti sul proprio territorio, e infine, sul raggiungimento di determinati obiettivi.
La formazione dei responsabili periferici delle singole Pro Loco, quindi, è una priorità. Fare Pro Loco, fino a circa 10 anni fa, significa saper organizzare la sagra paesana. Oggi questo non è più sufficiente. E’ indispensabile definire la nostra mission.
Siamo tutti volontari, e questo è un gran valore, ma nello stesso tempo può essere anche un limite. A noi è richiesta la capacità di contribuire alla crescita della nostra comunità; interagire in modo proficuo e costruttivo con l’ente locale; valorizzare le peculiarità del nostro paese e sviluppare l’offerta turistica. Per fare questo è fondamentale una squadra motivata che sappia dare un’immagine di efficienza del nostro mondo. Non sempre l’indispensabile contributo di tanti volontari è sufficiente. Sono i finiti i tempi dell’improvvisazione: oggi è richiesta una serie di programmazione delle iniziative, una forte capacità aggregativi e organizzativa, l’individuazione di obiettivi di medio e lungo periodo. Al Presidente di Pro Loco, oltre alla disponibilità di tempo e alla conoscenza del proprio paese, è richiesta anche una formazione e preparazione che il Comitato Regionale deve assicurare e garantire nel tempo, programmando percorsi formativi e corsi specifici. Il nostro mondo associazionistico potrà raggiungere standard di qualità elevata soltanto se saprà investire nella formazione e qualificazione dei dirigenti, a tutti i livelli. Investire significa in primis coinvolgere le nuove generazioni e trovare per loro adeguati spazi.
E’ indispensabile confrontarsi con le altre realtà associative presenti sul territorio, cercando sinergie in ambito culturale, della promozione turistica, della valorizzazione dei prodotti enogastronomici.
Per queste motivazione il Comitato Regionale promuoverà delle iniziative di formazione destinate ai responsabili delle associate periferiche. Un progetto formativo serio e dignitoso non può prescindere da alcuni elementi quali individuare obiettivi, contenuti e tempi di realizzazione; coinvolgere formatori che sappiano motivare e trasmettere fiducia; reperire le risorse economiche.
La formazione deve diventare laboratorio di innovazione, di idee e di progettazione. Per le singole Pro Loco è un’opportunità da cogliere che va vista come capacità di aprirsi al cambiamento, al confronto e alla crescita finalizzata al miglioramento delle proprie singole iniziative. Dobbiamo avere la capacità di guardare lontano, oltre alla consapevolezza di essere parte integrante di un progetto finalizzato alla crescita dell’intero movimento Pro Loco.

N. 10 : IL FUTURO E’ UNPLI CARD

Il progetto UNPLI CARD è probabilmente il progetto nazionale più grande a cui il Comitato Regionale e quindi tutte le Pro Loco dell’Umbria abbiano mai preso parte. Costruire un sistema che permetta a tutti i soci, di tutte le Pro Loco d’Italia, di poter ottenere agevolazione e sconti ovunque sul territorio italiano è senza dubbio un’iniziativa che merita di essere portata avanti e conclusa nel migliore dei modi. L’Unpli Umbria nell’anno 2007 ha distribuito 3500 tessere formando in questo modo una rete sufficientemente ampia da costruite la base del progetto. Vogliamo sollecitare tutte le Pro Loco a considerare l’importanza dell’iniziativa, purtroppo però, nonostante quanto fatto, non siamo ancora riusciti a realizzare un numero minimo di convenzioni con albergatori, ristoratori, musei, librerie, ecc…, che consentano di agevolare la permanenza di soci Unpli provenienti dal resto d’Italia. Questo comporta che ai soci Pro Loco di altre regioni sarà più conveniente andare in una regioni in cui possono usufruire di consistenti e numerosi sconti piuttosto che venire in Umbria dove questi non sono realizzati. Gli svantaggi più gravi, infatti, saranno quelli che andranno a pesare sugli albergatori e sui negozianti umbri che, privati della possibilità di far parte di questo progetto, non potranno vedere il nome della propria attività nel lungo elenco presente nel sito U.N.P.L.I. In questo modo non godranno di una pubblicità completamente gratuita, considerando che il sito nazionale ha una media di venti mila visitatori al mese. Evitare questo disagio spetta ad ogni singola Pro Loco ed il compito che le viene richiesto non comporta chissà quale dispendio di uomini e mezzi: ottenere un’agevolazione da un ristoratore o un accordo con il gestore di un negozio sono cose che certamente ogni Pro Loco ha già fatto e sa ancora fare molto bene. Non servono inoltre grandi numeri, ogni unità riuscirà a creare un numero di convenzioni in relazione alle sue possibilità, all’ampiezza del suo territorio e alla sua volontà di incoraggiare il turismo nella propria zona. Questo passo molto importante potrà garantire alla nostra regione di inserirsi nel progetto UNPLI CARD e quindi dare un buono incremento al proprio turismo e alla valorizzazione del proprio territorio. Ci auguriamo perciò che d’ora in avanti la creazione delle convenzioni proceda sempre più velocemente, in modo da contribuire in maniera attiva a quell’ambizioso progetto qual è l’UNPLI CARD.

Ricordiamo a tutti i Presidenti delle Pro Loco dell’Umbria che il costo delle Unpli Card è di € 1,50 cad. una ed è possibile acquistarle facendo un versamento sul c.c.p. 14792063 intestato a UNPLI UMBRIA con causale acquisto Unpli Card. I tempi di consegna sono circa di 20 giorni dalla data di richiesta delle stesse e dall’avvenuto pagamento.

N. 11 : AFFILIAZIONI 2008.

Ricordiamo che l’affiliazione all’Unpli Umbria può essere effettuata tramite un versamento sul c.c.p. n. 14792063 intestato a UNPLI UMBRIA di Euro 100,00, entro il 30 giugno, di Euro 110,00 dopo il 30 giungo, con causale affiliazione 2008.

N. 12 : CIRCOLI UNPLI UMBRIA

Prevenzione della guida in stato di ebbrezza- Obblighi per i pubblici esercizi con spettacoli e intrattenimenti.

Il 4 ottobre 2007 è entrata in vigore la legge 160/2007 “Disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione”, di seguito riportata:

Legge 2 ottobre 2007, n. 160
“Conversione di legge, con modificazioni, del decreto-legge 3 agosto 2007, n. 117, recante disposizioni urgenti modificative del codice della strada per incrementare i livelli di sicurezza nella circolazione”

Pubblicata nella Gazzetta Ufficiale n. 230 del 3 ottobre 2007-12-04
Art. 6
Nuove norme volte a promuovere la consapevolezza dei rischi di incidente stradale in caso di guida in stato di ebbrezza.
1. All’art. 230, comma 1 del decreto legislativo 30 aprile 1992, n.285, e successive modificazioni, dopo le parole: “e delle regole di comportamento degli utenti” sono aggiunte, in fine, le seguenti:con particolare riferimento all’informazione sui rischi conseguenti all’assunzione di sostanze psicotrope, stupefacenti e di bevande alcoliche.
2. Tutti i titolari e i gestori di locali ove si svolgono, con qualsiasi modalità e in qualsiasi orario, spettacoli o altre forme di intrattenimento, congiuntamente all’attività di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche, devono interrompere la somministrazione di bevande alcoliche dopo le ore 2 della notte ed assicurarsi che all’uscita del locale sia possibile effettuare, in maniera volontaria da parte dei clienti, una rilevazione del tasso alcolemico; inoltre devono esporre all’entrata, all’interno e all’uscita dei locali apposite tabelle che riproducano:
a) La descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell’aria alveolare espirata;
b) Le quantità, espresse in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stati di ebbrezza, pari a 0.5 grammi per litro, da determinare anche sulla base del peso corporeo.
3. l’inosservanza delle disposizioni di cui al comma 2 comporta la sanzione di chiusura del locale da sette fino a trenta giorni, secondo la valutazione dell’autorità competente.
4. Entro tre mesi dalla data di entrata in vigore del presente decreto, il Ministero della salute, con proprio decreto, stabilisce i contenuti delle tabelle di cui al comma 2.
La legge dispone l’obbligo per tutti i locali notturni di interrompere l’attività di somministrazione di bevande alcoliche dopo le ore 2 della notte.
L’obbligo è esteso ai gestori di locali ove si svolgono spettacoli o altre forme di intrattenimento congiuntamente all’attavità di vendita e di somministrazione di bevande alcoliche (ivi compresi i Circoli), i quali devono:

1. INTERROMPEORE LA SOMMINISTRAZIONE DI BEVANDE ALCOLICHE DOPO LE ORE 2 DELLA NOTTE e di mettere a disposizione dei clienti, all’uscita del locale, un sistema di alcoltest per la prova volontaria;
2. Esporre appositi cartelli contenenti la descrizione dei sintomi correlati ai diversi livelli di concentrazione alcolemica nell’aria alveolare espirata e le quantità, espresse in centimetri cubici, delle bevande alcoliche più comuni che determinano il superamento del tasso alcolemico per la guida in stato di ebbrezza, pari a 0,5 grammi per litro, da determinare sulla base del peso corporeo (i contenuti precisi dovranno essere definiti da parte del Ministero della Salute).
In caso di inosservanza degli obblighi, i gestori saranno soggetti alla chiusura del locale da sette fino a trenta giorni, secondo la valutazione dell’autorità competente.
Riteniamo che tra gli spettacoli o altre forme di intrattenimento possano anche rientrare, ad esempio, il piano bar, i matrimoni, altre feste organizzate con musica e/o ballo, pertanto, raccomandiamo di prestare attenzione alla nuova normativa.

Gli altcoltest sono acquistabili nelle farmacie.

Responsabile Nazionale Dipartimento Circoli Unpli
Sebastiano Sechi

N. 13 : PROGETTO “SAGRE DELLE PRO LOCO DELL’UMBRIA”

Ormai da diversi anni l’ Unpli Umbria ha iniziato quel processo di crescita e valorizzazione che sta portando le Pro Loco, e con esse anche le proprie iniziative, verso una “qualità di azione” (come recitava il primo seminario formativo organizzato nel 2001), dei prodotti e delle manifestazioni, più conforme al rispetto di principi e valori legati alle tradizioni.
Il Progetto “Sagre delle Pro Loco dell’Umbria”nasce dall’idea di restituire grande dignità a queste iniziative appassionate, volontaristiche, e diciamolo, di grande professionalità delle Pro Loco.
Oggi, alla luce delle polemiche emerse rispetto alle Sagre, si è ritenuto opportuno realizzare un progetto organico che coinvolga tutte le Pro Loco dell’Umbria in modo integrato.
Attraverso la fase di monitoraggio, che si espliciterà con la divulgazione di questionari realizzati appositamente ed una successiva fase di studio e analisi degli stessi, sarà possibile avere una valutazione completa sulle attività delle Pro loco ed in particolare sulle sagre. Il questionario sarà inviato ad ogni Pro Loco e sarà accompagnato da una lettera di presentazione del progetto che spiegherà i principi su cui è basato ed un allegato ne accompagnerà la compilazione.
Il progetto sarà presentato nella prossima primavera durante una conferenza stampa nella quale verrà fatta chiarezza su questo tipo di iniziative e quanto siano importanti per lo sviluppo del territorio e dei prodotti tipici ma, in particolare, si vorrà ancor di più e con maggior determinazione far comprendere quanto sia necessario da un punto di vista sociale l’operato dei volontari delle Pro Loco nelle Sagre e quanto la realizzazione delle stesse risulti comunque marginale rispetto alle numerosissime altre attività che si sviluppano durante l’arco dell’anno, in tanti altri ambiti, dal sociale al turismo, dalla cultura all’ ambiente e più in generale, sempre con il ruolo da protagonisti, nello sviluppo del territorio a livello globale.
Il progetto si baserà in particolare sull’integrazione di progetti precedenti, come il Progetto “Sagre di Qualità” testato nel Comitato Locale Perugino ecc., con l’intento di realizzare un’iniziativa organica e destinata a tutte le Pro Loco dell’Umbria.

Iscriviti alla Newsletter

Archivi