Unpli Umbria

PERUGIASSISI: LE PRO LOCO SCENDONO IN CAMPO

Rassegna stampa
UNPLI UMBRIA

PERUGIASSISI: LE PRO LOCO SCENDONO IN CAMPO
di LUIGI FOGLIETTI

14 Febbraio 2013
ilMess
aggero

PERUGIASSISI: LE PRO LOCO SCENDONO IN CAMPO

di LUIGI FOGLIETTI

Ancora una volta le pro loco umbre, unite sotto il vessillo dell’Unpli, fanno sentire la loro voce.

Una forza espressa in trecento unità, una copertura praticamente capillare di tutto il territorio regionale, sempre pronte ognuna a difendere le particolarità e le eccellenze della propria terra, ma una voce sola quando si tratta delle difesa dell’Umbria. Un po’ come le polis greche in eterna lotta tra di loro, Atene e Sparta ne sono esempio, ma un corpo ed una anima sola al momento della difesa della Grecia.

Ecco allora che, a proposito della fondazione PerugiaAssisi2019, la fondazione che sostiene la nostra candidatura a capitale europea della cultura il presidente regionale Unpli Francesco Fiorelli annuncia: “A seguito di incontri ed accordi, nei prossimi giorni, l’Unpli Umbria, quindi, di fatto tutte trecento le pro loco aderiranno alla Fondazione sottoscriverà un protocollo nel quale il nostro contributo al progetto non sarà economico, ma di supporto ed impegno a sostenere le iniziative culturali diffuse sul territorio regionale e di promozione del progetto candidatura”.

Il supporto e l’impegno delle Pro Loco Umbre sarà profuso attraverso i loro normali e tradizionali appuntamenti, ma anche con specifiche attività ed eventi che sono allo studio delle varie dirigenze.

“Il consiglio regionale dell’Unpli-Umbria – spiega il presidente Fiorelli – ha approvato a fine novembre 2012 il pacchetto ed il progetto, e l’accordo ed il conseguente protocollo, che sottoscriveremo nei prossimi giorni, non ne sono che un punto di partenza fondamentale”.

“La valenza del progetto e l’allargamento dello stesso ai vari comuni, entità territoriali ed amministrative, ai soggetti economico-culturali e sociali – aggiunge Fiorelli – assume particolare rilevanza per una regione che possiamo considerare una città diffusa in cui la storia e la cultura la fanno da padrone. Le nostre 300 pro loco, iscritte e non, sono certamente le custodi profonde di quel genius loci più volte ricordato, ma onnipresente ed alla base di qualsiasi comunità per quanto piccole esse possano essere”.

E all’Unpli pensano che tutto ciò, nella prospettiva di un risultato positivo della candidatura, possa contribuire alla partecipazione e mobilitazione dei centri più piccoli favorendo il loro passaggio in un palcoscenico Europeo, altrimenti impossibile, grazie anche alla veicolazione su mezzi telematici che saranno utilizzati per definire notizie ed eventi.

——————————————————————————————————–

(C) tutti i diritti sono riservati alla testata giornalistica che ha pubblicato l’articolo

Rassegna Stampa  UNPLI UMBRIA

www.prolocoumbria.it segreteriaunpliumbria@assisiproloco.it

Iscriviti alla Newsletter

Archivi