Unpli Umbria

Rassega stampa Unpli Umbria: L’elisir di Costa di Trex

Rassegna stampa
UNPLI UMBRIA

L’elisir di Costa di Trex
Luigi
Foglietti

22 Marzo 2011
Il Mess
aggero

L’elisir di Costa di Trex

di LUIGI FOGLIETTI

Dalle mostre di pittura, alle scampagnate , fino alla celebre corsa il sodalizio ha un segreto per arrivare sopra gli 80 anni

LA frazione di Costa di Trex è piccola, ma dalle origini antichissime e ricche di storia, situata a circa 600 metri sulle pendici del Subasio, vicinissima ad Assisi, ed è uno dei pochi territori in cui sono sopravvissute le colture agricole tradizionali e l’architettura storica dei casali contadini, alcuni dei quali oggi adibiti ad attività agrituristiche». Così esordisce l’ingegner Stefania Proietti, presidente della attiva Pro Loco che porta il nome del luogo.
La associazione, che è stata costituita il 18 luglio 1988, con finalità volontaristiche, da allora è impegnata nella promozione di iniziative culturali, nella promozione del territorio e nella realizzazione di molteplici progetti di pubblica utilità. «Tra gli scopi principali che ci proponiamo – spiega Proietti – c’è l’abbellimento delle zone di pertinenza della frazione oltre alla difesa e alla valorizzazione delle bellezze naturali, artistiche e monumentali, compreso il miglioramento dei beni immobili della Parrocchia di Santo Stefano concessici in affitto sin dal 1988».
Tredici i membri dell’attuale consiglio, scelti tra i 100 soci che collaborano con il presidente a partire dal vice Eugenio Brunacci, dall’economa Nicoletta Festa, dal segretario Maria Pia Salari, con i consiglieri Marina Rosati, Angelo e Mario Fortini, Leandro Mancinelli, Claudio Menichelli, Carlo e Luigi Mirti Mancinelli, Paolo Patasce e Bruno Tritoni.
«Oltre alla organizzazione di eventi culturali come tavole rotonde, incontri, degustazione di prodotti tipici, serate danzanti, uno dei momenti che più ci ha caratterizzato nel tempo l’annuale Raduno Amici della Montagna che, nell’agosto prossimo celebrerà le venticinque edizioni – ricorda l’ingegner Stefania Proietti – ma anche manifestazioni sportive come la ”Costa di Trex in Corsa”, gara podistica amatoriale di 10 km quest’anno alla settima edizione».
Non manca l’arte con l’Estemporanea di Pittura Trex Art, con le mostre fotografiche sul territorio a cura di fotografi locali e spettacoli teatrali volti a far rivivere le tradizioni popolari.
«Per quanto riguarda il recupero delle antiche tradizioni – prosegue il presidente – mi piace ricordare il ripristino di alcune feste religiose come la quella di Sant’Antonio abate, che si tiene la prima domenica dopo il 13 giugno, il “Canto della Passione”, la“Merendella”, il “Cantamaggio” e quelle manifestazioni per la promozione dei prodotti locali, quali le rassegna del Vino Novello e delle Torte di Pasqua».
Ma la Pro Loco di Costa di Trex, proseguendo l’antico legame che nella storia della frazione ha sempre connesso la vita civile a quella religiosa, promuove iniziative ed interventi migliorativi in favore della Parrocchia di Santo Stefano come il rifacimento della torre campanaria, la rifusione della campana nota “re” inutilizzabile dal 1985.
Interessante e consistente anche l’interesse destinato alla editoria con la stesura e la pubblicazione del libro “Costa di Trex” sapientemente curato nel 2004 dal professor Francesco Santucci, che contiene la storia del luogo e della Parrocchia con documenti bibliografici e fotografici inediti ed anche una preziosa mappa dei toponimi della frazione e delle zone di montagna, unica per il livello di dettaglio raggiunto grazie alla ricerca e alla memoria storica degli abitanti. Nel 2008 “Oltre ottanta”, una mostra fotografica di ritratti degli abitanti di Costa di Trex sul Monte Subasio, oltre gli ottanta anni di età..

——————————————————————————————————–

(C) tutti i diritti sono riservati alla testata giornalistica che ha pubblicato l’articolo

Rassegna Stampa  UNPLI UMBRIA

www.prolocoumbria.it prolocoumbria@tiscali.it

Iscriviti alla Newsletter

Archivi