Unpli Umbria

Rassegna stampa Unpli Umbria: La festa della mietitura

Rassegna stampa
UNPLI UMBRIA

La festa della mietitura
di Luigi Foglietti

20 Luglio 2010
Il Mess
aggero

La festa della mietitura

di LUIGI FOGLIETTI

Per la Pro Loco di Casalini di Panicale è l’evento principale per proporre anche i piatti della cucina locale e i prodotti tipici
MARIO Nisi, attuale presidente della Pro Loco Casalini, spiega: «E’ alla fine degli anni novanta che la voglia di passare momenti di allegria, gustare e far conoscere i prodotti enogastronomici del territorio, stimolò un gruppo di amici a ritrovarsi insieme per dare forma ad una associazione che identificasse il nostro piccolo paese: Casalini di Panicale». «Ma si sentì la necessità di avere un luogo, uno spazio in cui incontrarsi – racconta Nisi – insomma una sede adatta e, dopo alcuni incontri con l’allora giunta Comunale, fu trovato un accordo che ha concesso la gestione di un’area verde attrezzata di circa 13000mq sita in prossimità del paese ai piedi del castello di Montalera, con vista a nord sul lago Trasimeno e a sud sulla pianura di Panicale, cosa che conquistò sia i paesani che gli abitanti dei paesi vicini»

Con questi presupposti e grazie al lavoro ed alla collaborazione di tutti, nel 2001 nasce l’associazione turistica Pro Loco Casalini che oltre a proporre, soprattutto nel periodo estivo, intrattenimenti musicali, cene e serate conviviali ha cercato di mantenere vivo l’entusiasmo e la voglia di raccontare ai più giovani e a far rivivere agli anziani usanze e tradizioni della nostra Umbria.
«La festa più importante e più ricca di simboli – ricorda il presidente – è stata la rievocazione fatta con i mezzi antichi della mietitura e battitura del grano che, presentata nel 2001 come prima uscita per la nascita dell’associazione, è stata poi riproposta nel 2008 con lo stesso successo e le stesse emozioni».

Ma altro campo dove La Pro Loco Casalini si è cimentata in questi anni è quello della proposta di pietanze tipiche del luogo cucinate dalle sapienti mani delle donne casalinesi come il pesce di lago, il cinghiale, i funghi di Montale, gli asparagi di bosco, l’oca, i fagioli con le cotiche e tanto altro ancora

«Naturalmente tutto il ricavato viene sempre reinvestito per migliorare le nostre strutture» precisa ancora il presidente

Altri momenti ormai consolidati la festa in maschera per i bambini nel periodo di carnevale e le emozioni della vigilia di Natale aspettando l’arrivo di Babbo Natale che passa di casa in casa.
Nel segno della tradizione anche “dialettando sulle colline casalinesi” serate teatrali con l’esibizione di varie compagnie locali all’insegna del dialetto perugino.

«Attenzione rivolta anche ai giovani con serate di musica come ‘Rock a Beer’- aggiunge Nisi – che sarà riproposta il 7 agosto, con l’esibizione di gruppi locali in brani di propria produzione. E in misura più grande, e con la collaborazione della discoteca Urban abbiamo organizzato in giugno una tre giorni di musica intitolata ‘on the rock trasimeno music festival’ con il susseguirsi di gruppi locali e nazionali che si sono esibiti nello splendido prato della nostra area verde su un palco di 120metri quadri»

E ancora il 16 settembre il pranzo a base di pesce di mare, il 2 ottobre la festa del nonno con cena a base di funghi, il 31 ottobre la notte delle streghe con cena a base di polenta salsicce e costine, il 6 novembre la sagra della castagna, il 20 novembre la festa dell’olio d’oliva con assaggi di bruschetta per poi aspettare l’arrivo del Natale. Il tutto grazie alla preziosa collaborazione di Mario Lolli, Giuliano Belli, Alfio Stefanini, Angela Saccomando, Mario Gelsomino, Sabrina Mancini e Filippo Carrà.

——————————————————————————————————–

(C) tutti i diritti sono riservati alla testata giornalistica che ha pubblicato l’articolo

Rassegna Stampa  UNPLI UMBRIA

www.prolocoumbria.it prolocoumbria@tiscali.it

Iscriviti alla Newsletter

Archivi